martedì 23 novembre 2010

insostiuibile
senz altro
la parte di me
che risiede nel tuo grembo
cosi senza piu innocenza
vago nella pioggia
e davanti ai miei occhi
le porte vengono chiuse
a poco
a poco
divento inconsitente
l identitità
oscilla nel vuoto freddo
cristallino
naufraga del tuo amore sconosciuto
recupero la vita
a fatica
pezzo
 per
pezzo
ma no son più
quell animale di puro fuoco
che pensavo
di essere prima

Nessun commento:

Posta un commento