lunedì 14 febbraio 2011

lentamente
 risorge
come un  pensiero astratto
senza forma
alcuna
dal lago senza fondo
della nostra mente
un desiderio unico d amore
libero  dalle illusioni
di ricadere
nell ombra
dopo il nostro ultimo addio
atteso da tutti
con ansia
ma non da me e da te
che siamo  di nuovo strada
senza saperlo ancora
per metà
già al di fuori della zona grigia
di questa citta
e stiamo già
pensando
al nostro ritorno
tra le acque cristalline
e il mare verde
e le isole arcobaleno
e i vulcani ghiacciati
il richiamo silenzioso
del deserto
che da voce alla nostra anima
e la musica viva
nelle foreste di araucaria
che stillano nuova vita
per i nostri polmoni
per sentirci di nuovo bambini e felici
senza fretta
aspettando solo
che i nostri pensieri di libertà
crescano
spontaneamente
a dismisura
come le stelle infinite
della notte sudamericana

Nessun commento:

Posta un commento